Più sicurezza nei cantieri edili di PAdova grazie all'accordo Upa-Confartigianato e i sindacati confederali

Costruire collaborazioni tra datori di lavoro e lavoratori dell'edilizia, per definire insieme procedure organizzative utili ad aumentare la consapevolezza dell'importanza della sicurezza nei cantieri. È questo l'obiettivo del nuovo accordo firmato il 31 luglio scorso da Confartigianato Padova e i sindacati dei lavoratori FENEAL - UIL, FILCA - CISL e FILLEA - CGIL.
L'intesa va ad integrare un accordo per l'utilizzo di fondi CEAV, la Cassa edile dell'artigianato veneto, oggi diventata Edilcassa, già esistente.
Il documento firmato nei giorni scorsi nasce dalla necessità di migliorare i livelli di sicurezza, attraverso percorsi di partecipazione. Un progetto ambizioso che vedrà il coinvolgimento del rappresentante dei lavoratori per la sicurezza territoriale (RLST).
Questo processo sarà rafforzato dalla redazione della guida operativa SGSL, il sistema di gestione della salute e sicurezza che definisce nuovi sistemi organizzativi integrati, per un'efficace prevenzione degli infortuni nei cantieri. La guida è promossa da COBIS, il comitato paritetico bilaterale per la sicurezza e dal CPR, il comitato paritetico regionale e sarà dedicata alle imprese artigiane del comparto casa.
In base ai dati forniti da Inail, adottare processi organizzativi mirati ad una efficace gestione degli aspetti di salute e sicurezza sul lavoro permetterebbe una riduzione della frequenza degli incidenti del 33% nell'edilizia. Inoltre, consentirebbe di accedere alla richiesta di riduzione del tasso di premio da corrispondere all'Inail.
L'accordo firmato nei giorni scorsi rappresenta un passo importante verso una maggiore diffusione della cultura della sicurezza nei luoghi di lavoro.