L'università di Padova piange il professore Antonio Papisca, il "papà" degli studi sui diritti umani

E' morto alla soglia degli 81 anni uno dei professori padovani più noti i ambito internazionale per quanto riguarda le Scienze politiche: il professore Antonio Papisca,
«Con Papisca se ne va un punto di riferimento internazionale per i diritti umani e non solo, una grande perdita per tutta la comunità dell'Università di Padova - afferma Rosario Rizzuto, Rettore dell'Università di Padova -. Professore emerito del nostro Ateneo, guida della Facoltà di Scienze Politiche in anni non facili, fondatore del primo Centro universitario per i Diritti Umani in Europa, insignito del titolo di professore Jean Monnet ad honorem dalla Commissione europea. Proprio qualche giorno fa lo ricordavo, durante il mio viaggio al Parlamento Europeo, con alcuni parlamentari che gli riconoscevano un ruolo fondamentale nella promozione e nella tutela dei diritti della persona e dei popoli, attraverso lo studio, l'insegnamento e l'impegno civile. Mi piace ricordare il Centro, i corsi di laurea e di dottorato in Human Rights fondati dal professor Papisca e le iniziative della Cattedra Unesco "Diritti umani, democrazia e pace"; di cui era titolare, che attraggono ricercatori e studenti da tutto il mondo. La sua passione sul tema, la sua tenacia ha fatto di Padova un Ateneo all'avanguardia sulle tematiche relative ai diritti umani, ruolo che tuttora la nostra Università riveste». Papisca lascia la moglie e i tre figli: venerdì 19 maggio alle 10.30 il funerale al Duomo di Padova.