Miss Naviglio ha 20 anni: Giulia Fortin di Monselice. Stasera e domenica al Naviglio il festival di musica e balli "La latina"

La più bella di tutte, a giudizio unanime dei 50 giudici di Miss Naviglio 2017, è risultata Giulia Fortin, 20 anni, studentessa di psicologia di Monselice. La bellissima padovana ha sbaragliato l'agguerrita concorrenza di altre venti pretendenti alla decima edizione della passerella più lunga di Padova, percorsa dalle concorrenti per tre volte, in abito da sera, abbigliamento casual e poi in costume a due pezzi.
"E' stato un successo - commenta Federico Contin, organizzatore del Naviglio rock 2017 - anche grazie all'ottima conduzione di Sofia Pivato che ha animato la serata a cui hanno partecipato oltre ai 50 giurati anche centinaia e centinaia di ragazzi che hanno espresso a colpi di fischi ed applausi, sempre di apprezzamento, i favori verso l'una o l'altra miss. Già al passaggio di Giulia Fortin però si capiva che sarebbe stata lei la destinataria della fascia più ambita.
Queste le altre otto miss che si sono segnalate per simpatia ed eleganza oltrechè per la bellezza.
-Miss Cafe' Madrid : Selene Rossi, 17 anni, studentessa di Roncaglia di Ponte San Nicolò (Pd).

-Miss Suite Cafe' : Ilaria Bernardi , 17 anni, studentessa di Favaro Veneto (Ve).

-Miss Waikiki : Marika Loreggian, 19 anni, studentessa di Veggiano (Pd).

-Miss Berlino: Ilaria Reato, 17 anni, studentessa di Villa del Conte (Pd).

-Miss Zanellato: Liliana Isac, 27 anni, fotomodella di Venezia (Ve).

-Miss Caffè Ti Amo: Amina Ouledkadi, 17 anni, studentessa di Fanzolo (TV).

-Miss Babuska: Chiara Toniato, 20 anni, commessa di Megliadino San Vitale (Pd).

-Miss Tucano: Gioia Helen Rossi, 17 anni, studentessa di Stra.
Questa sera e domenica continua il connubio bellezza e divertimento al Naviglio con le due serate della rassegna "La latina". Qualche numero per comprendere la vastità del festival: 8 saranno gli animatori brasiliani che a partire dall'ora dello spritz coinvolgerano i presenti in lezioni di samba e rumba. Quattro le ballerine cresciute alla corte delle migliori scuole di danza di Rio de Janeiro. Questa sera poi saranno due i gruppi che si esibiranno, ed altrettanti saliranno sul palco domani sera per una esperienza musicale che vanta presenze prestigiose come i messicani Almudena che inizieranno ad esibirsi dalle 21.30. Alla stessa ora di domenica salirà sul palco principale del Naviglio la formazione Esquina Caliente, una formazione che è leggenda nel panorama della rumba e della salsa di La Havana

Stasera al Naviglio la sfilata di 20 miss bellissime, sabato e domenica arriva il carnevale caraibico de "La latina"

Tutto pronto per la decima edizione di "Miss Naviglio" sul lungo Piovego tra porta Portello e gli istituti universitari. Una decima edizione che vede come nelle altre nove precedenti sfilate una passerella lunghissima: più di un chilometro per far passare le 20 contendenti davanti ai dieci chioschi ed ai 50 giurati che ne valuteranno bellezza, movenze e simpatia. La sfilata consiste in tre uscite: una, sbarazzina in abbigliamento casual, una più elegante in abito da sera ed una in costume da bagno a due pezzi. In tutto tre chilometri ad andare e tre chilometri a tornare su tacco dodici per le aspiranti miss. Seimila passi che spanderanno bellezza su viale Colombo. A presentare la serata la modella padovana Sofia Pivato. La giuria, composta da 50 persone che si dislocheranno lungo i mille metri di tappeto rosso, è presieduta dall'art director del Naviglio Andrea Oreste.
"Si tratta di una manifestazione che ci ha dato grandi soddisfazioni nel tempo - spiega Andrea Oreste - la campionessa di bellezza in carica dell'anno scorso, ad esempio, Alice Brunello, è ingegnere aerospaziale. Ma abbiamo avuto anche miss che poi sono diventate modelle professioniste. Moltissime quindi hanno iniziato con miss Naviglio per poi calcare palcoscenici importanti. Ma la stragrande maggioranza ha preso la sfilata per quello che è: un gioco estivo".
Sabato e domenica chiusura del weekend con la rassegna musicale e di balli caraibici e brasiliani con il festival "La latina" con animazione e musica live sui tre palchi principali del boulevard dello spritz.
"Si va dalla samba brasiliana alla salsa centroamericana - spiega Federico Contin, organizzatore del Naviglio rock 2017 - è un tributo alla folta comunità caraibica e brasiliana che conta a Padova e provincia migliaia di giovani che rendono colorata e vivace la nostra città". Il programma prevede già nel pomeriggio di sabato e domenica salsa e bachata con corsi gratuiti e al tramonto dalle 21 di sabato il ritmo messicano di Almudena. Alla stessa ora di domenica salirà sul palco principale del Naviglio la formazione Esquina Caliente, una formazione che è leggenda nel panorama della rumba e della salsa di La Havana".

Schiuma party al Naviglio mercoledì: antipasto di un weekend da urlo con 20 miss il venerdì e La latina sabato e domenica

Schiuma party mercoledì, elezione delle miss il venerdì e un sabato e domenica a ritmi latini. Sul Naviglio rock 2017 non tramonta mai il sole del divertimento e questa settimana gli eventi si fanno addirittura in quattro. Si inizia domani sera con lo schiuma party, evento che lo scorso anno ha visto letteralmente "sparire" tra le bollicine migliaia di aficionados del gioco estivo. 
"Le macchine che abbiamo noleggiato, ben tre quest'anno, producono decine di metri cubi di schiuma al minuto - spiega Federico Contin - ed il lato bello della vicenda è che il ricavato del noleggio di questi macchinari va a finanziare due case famiglia per minori in provincia di Vicenza. Insomma una volta di più dimostriamo che divertimento e solidarietà possono andare di pari passo". 
Venerdì invece andrà in scena sulla passerella più lunga di Padova la quinta edizione di "Miss Naviglio", un classico dell'estate padovana. La sfilata consiste in due uscite: una in abito da sera ed una in costume da bagno a due pezzi di venti bellezze locali che si sfideranno a colpi d'anca e piroette per guadagnare l'ambita fascia di "Miss Naviglio 2017". A presentare la serata la modella padovana Sofia Pivato. La giuria, composta da 30 persone che si dislocheranno lungo i mille metri di tappeto rosso, è presieduta dall'art director del Naviglio Andrea Oreste. 
Sabato e domenica chiusura del weekend con la rassegna musicale e di balli caraibici e brasiliani con il festival "La latina" con animazione e musica live sui tre palchi principali del boulevard dello spritz.

Dal 23 giugno all'1 settembre torna Jazz by the pool al parco d'acqua, terme e natura delle Terme Preistoriche

Un’edizione da antologia. Per l’estate 2017 Jazz By The Pool, il primo festival jazz a bordo piscina d’Italia, veste i panni della leggenda con Mythanthology, un’intera rassegna dedicata ai miti della musica contemporanea e ai suoi interpreti più celebri. Un tributo in sei date, dal 23 giugno al 1 settembre, per attraversare l’universo del jazz in sei straordinarie esperienze musicali affacciati sul palco d’acqua, terme e natura delle Terme Preistoriche di Montegrotto.
 
Nel segno del mito si parte dunque venerdì 23 giugno con il Sarah-Jane Morris 4et,  e un progetto - Songs of Calliope - pensato apposta per Myth•anthology e per il quartetto di co-star che la accompagna. Dalla Musa di Omero e alle suggestioni di una delle voci più raffinate e meno formali degli ultimi trent’anni il passo è breve e la serata di apertura si preannuncia già come un evento. Venerdì 7 luglio sarà invece il crooner italiano per eccellenza, Matteo Brancaleoni, a portare su palco delle Preistoriche la leggenda in persona, The Voice, in un omaggio attento e appassionato a Frank Sinatra. All'intramontabile suono "black" della Motown è invece dedicato il concerto di Lisa Hunt’s Forever Soulvenerdì 21 luglio. La vocalist e cantautrice newyorkese nota al pubblico italiano soprattuto per le sue collaborazioni con Zucchero, Pavarotti e Bocelli proporrà un esplosivo amalgama delle più note cover soul, blues e funk. Tutta l'eleganza della cultura musicale brasiliana e internazionale, invece, venerdì 4 agosto con Heloisa Lourenço & Paolo Andriolo Quartetto Brasilis. Nel più classico dei repertori latin-jazz, la voce dorata di Heloisa "Luma" Lourenço aggiungerà l’intensa e sensuale saudade tropicale al verde secolare del parco delle PreistoricheVenerdì 25 agosto il testimone passa a Soultrax feat. Vanessa Haynes: il trio fondato da Paolo Andriolo, arricchito dalla strepitosa voce di Vanessa Haynes, corista di Van Morrison e cantante degli Incognito, forse la più famosa jazz-funk band inglese di sempre, promettono una serata soul-funk di altissimo livello. Chiude la rassegna, venerdì 1 settembrePapik, l’ormai celebre progetto musicale capitanato dall'eclettico arrangiatore e produttore romano Nerio Poggi. Un po' di jazz, un po' di soul, un tocco di lounge e una veste sonora di ben 7 elementi tra cui la voce di Alan Scaffardi(X Factor 7), è la ricetta per il cocktail d’addio di questa IX edizione. 
 
Musica, gusto e benessere. Assieme alla musica torna la collaudata formula “Jazz By the Pool” che da ormai 9 anni combina - in un’unica serata - i concerti, i prodotti del territorio, il Parco dei Colli Eugenei e l’acqua termale. Insomma, un’esperienza culturale a tutto tondo. Grazie alla rinnovata collaborazione con la Strada del Vino dei Colli Euganei che riunisce oltre 40 realtà del territorio, ad ogni evento è abbinata la degustazione di un vino diverso da assaporare, a scelta, durante la cena, a bordo piscina, e ammirando la lussureggiante cornice del Parco dei Colli Euganei. Non a caso la rassegna, fin dal suo esordio, si avvale dei patrocini di: Provincia di PadovaComune di Montegrotto TermeConsorzio Terme EuganeeFederalberghi Terme Abano Montegrotto di cui fanno parte le Terme Preistoriche e la stessa Strada del Vino. Sponsor: Omniaweb digital marketing. 
 
Nato nel 2009, un po' per gioco, da una scommessa di Angela Stoppato, giovane titolare dell'Hotel Terme Preistoriche, il Festival Jazz by The Pool è diventato nel corso del tempo una presenza costante nell’estate padovana. Dalla sua prima edizione la rassegna ha ospitato circa 250 artisti in circa 70 concerti per un pubblico totale di 3500 persone. Nel corso delle sue nove edizioni ha proposto il jazz in ogni sua forma, dal jazz classico fino al latin jazz e dal blues e soul all’hot jazz. Tra gli ospiti più illustri: Uri Caine, Durga McBroom, Danilo Rea, Scott Hamilton, Giorgio Conte, Gegè Munari, Giorgio Rosciglione, Aba, Cheryl Porter e molti altri.
 
Biglietti ed orari. L’ingresso ridotto per il solo concerto (accesso dalle ore 22) è di € 13 (€ 15 per la serata di apertura del 23 giugno) e comprende NOVITA’ 2017 - oltre all’entrata, una consumazione. Per ogni evento l’ingresso è possibile dalle 19, seguito dall'aperitivo nel parco alle 20 e, quindi, dalla cena a buffet sotto la luna. Per coloro che quindi vogliono sfruttare la combinazione unica di terme-cena-concerto le opzioni sono diverse: l’ingresso per assistere al concerto e accedere alle piscine termali(con idromassaggio, cascate cervicali, utilizzo della sauna e del bagno turco) è 23 euro, 37 euro per gli ingressi comprensivi di cena (bevande escluse), 55 euro per la permanenza giornaliera in piscina, la cena (bevande escluse) e il concerto. Tutti gli eventi della rassegna sono ospitati (anche in caso di maltempo) nell’area parco e piscine delle Terme Preistoriche (via Castello, 5 - Montegrotto). 
 

Anteprima del Portello film festival con "Il vangelo secondo Mattei"

In attesa dell'inizio ufficiale dell'11.ma edizione (venerdì 16 giugno), il River Film Festival propone al pubblico un'ultima serata in anteprima. Mercoledì 14 giugno i registi Antonio Andrisani e Pascal Zullino presentano il loro film Il Vangelo secondo Mattei.

Con ​Flavio Bucci, Mimmo Calopresti, Ludovica Modugno, Antonio Andrisani, Pascal Zullino, Antonio Stornaiolo, Riccardo Zinna, Andrea Osvart, Gianni Ferreri, Marco Caldoro, Gigi Angiulli, Enrique Irazoqui.

Vincitore del premio speciale alla 5.a edizione del Russia-Italia Film Festival con la seguente motivazione: "Un'opera che si pone nel solco della migliore tradizione della commedia italiana"

Un cinico regista ed il suo assistente ritornano in Basilicata, loro terra d'origine, in cerca di riscatto. Giunti all'età di 50 anni e falliti nelle loro ambizioni artistiche decidono di cavalcare il dissenso sulle estrazioni petrolifere per mettere su uno sgangherato film d'inchiesta dal titolo "Il Vangelo secondo Mattei" che si intreccerà con la vita di Pier Paolo Pasolini, autore dell'incompiuto romanzo Petrolio e del capolavoro cinematográfico Il vangelo secondo Matteo, girato in Basilicata nel 1964.
I due, spinti da ragioni di "marketing" più che estetiche, scelgono come protagonista del loro film un anciano materano, Franco, settantenne che da ragazzino, appunto, partecipò come comparsa sul film di Pasolini. Per Franco, che dovrà interpretare nientemeno che il ruolo di Gesù, questa è la tanto attesa occasione del riscatto. Ma il tema scottante trattato dal loro film, ossia il petrolio e il rapporto con la terra, comincia a dare fastido a qualcuno.

Aperol spritz domenica sbarca a Jesolo con l'anfibio degli aperitivi

Aperol Spritz diffonde l'onda arancio dell'aperitivo più colorato d'Italia con il tour 2017 che porta l'allegria del suo happy hour nelle principali regioni italiane.
Una delle tappe più attese del tour è quella di domenica 11 giugno a Jesolo, in provincia di Venezia, meta turistica fra le più affascinanti e apprezzate del litorale veneto. L'estate è finalmente arrivata ed Aperol si appresta a portare, ancora una volta in Veneto, tutta la sua freschezza e il suo incontenibile entusiasmo. La Capannina Beach, una location unica nel suo genere, icona delle spiagge venete, con i suoi trascinanti dj-set e lo splendido panorama è lo scenario perfetto per l'aperitivo più cool d'Italia.
Dalle ore 16.00 in poi l'anfibio Aperol Spritz, carico di divertimento e tanti Aperol Spritz, sbarcherà direttamente sulla spiaggia della Capannina, portando una ventata di freschezza e colore a tutto il lido.
Appuntamento in spiaggia, dunque, fino alle 18, per godere della proverbiale voglia di divertirsi e di stare insieme targata Aperol, #HappyTogether, come recita il suo nuovo claim, un vero e proprio inno alla convivialità e alla condivisione.

Cento musicisti in piazza della frutta domani pomeriggio per le prove generali del maxi concerto "Rock in Padova 2017"

Saranno in cento tra batteristi, bassisti, chitarristi e cantanti che domani pomeriggio a partire dalle 16 si esibiranno nella performance "Suoniamo Padova", organizzata in piazza della frutta da Federico Contin domani, mercoledì 7 giugno, dalle ore 16 in poi. "E' la prova generale per lanciare un maxi evento, social, che nasce in internet attraverso i social e una filosofia 4.0, che abbiamo in animo di organizzare in Prato della Valle entro la fine di settembre - spiega Contin - e lo chiameremo "Rock in Padova 2017" dove il 2017 sta a significare l'obiettivo che ci diamo: quello di mettere insieme oltre duemila tra musicisti e cantanti in un evento che polverizzi il record del "rock in 1000" di Cesena. Per le prove generali di domani, che si tradurranno in un video di lancio a cura del videomaker Matteo Menapace, facciamo tornare la musica in piazza della frutta, un tempo una piazza in cui si sono esibiti moltissimi gruppi al bar Margherita".
In questo progetto Federico Contin ha coinvolto alla parte tecnica l'azienda leader dei service all'aperto Technosound e l'agenzia di sicurezza Prestige security. Lo scouting dei musicisti che parteciperanno all'envento, circa trenta per ognuno degli strumenti suonati, è stato condotto in questi giorni dalla scuola di musica Camm music intitute. Il gruppo guida sarà composto da Luca Deppieri alla voce, Loris Peltrera al basso, Lorenzo Faggin alla chitarra, Massimiliano Montalto alla batteria, sotto la direzione del maestro Antonio Lanzillotti che dirigerà anche Pietro Bortolami, bassista e contrabassista dell'osservatorio Pollini; Giovanni Labita, chitarrista di livello, e Simone Poncina alle tastiere che duetterà con la pianista di strada Giulia Turato. La voce dei tre bani prescelti sarà Chiara Lupi che canterà sulle note di "We are the champions" dei Queen, "Smells like teen spirit" dei Nirvana e "You give love a bad name" dei Bon Jovi.
"Abbiamo scelto tre brani relativamente facili da suonare - spiega Contin - che sono stati la colonna sonora di chi come me era un ragazzino negli anni '90 ed ora è diventato un "diversamente giovane". Spero che domani pomeriggio anche tanti che non si sono prenotati online vengano a suonare ed a fare festa con noi".

Al Naviglio sangria gratis per prima di Juventus - Real su maxi schermo: se finisce 3 a 1, 500 euro vanno al Cuamm

Otto megaschermi di cui due da 24 metri quadri, trecento litri di vino, mezza tonnellata di mele della Val Venosta, 30 chili di zucchero. Ed ancora 4000 bicchieri ed altrettanti cucchiaini, quattro maglie della Juventus, altrettante del Real Madrid e due palloni identici a quelli che saranno protagonisti della finale di Champions League in programma sabato sera.
Sono gli ingredienti dell'evento "Champions spritz" che animerà il pre gara del Naviglio tock 2017, il boulevard dello spritz a Padova che due settimane fa ha stracciato lo spritz world record con un brindisi collettivo di oltre 5000 giovani.
"Abbiamo deciso di offrire scaramanticamente una maxi sangria a tutti tra le 19 e l'inizio della partita più attesa dell'anno - spiega Federico Contin - e se alla fine dei 90 minuti la Juventus alzerà la coppa noi alzeremo al cielo i calici: siamo pronti a sciabolare un bel po' di bottiglie di spumante per festeggiare degnamente l'evento". La preparazione della sangria è già iniziata 36 ore prima dell'inizio della gara. Un accorgimento che renderà la bibita tipica dell'estate spagnola ancora più buona.
"La sangria deve riposare tra le 24 e le 48 ore per essere davvero buona - aggiunge Contin - quella che prepariamo segue scrupolosamente la ricetta madrilena, che prevede oltre al vino lo zucchero e un tocco di rum". Molte le sorprese durante la serata di Juventus - Real Madrid: verranno lanciate tra il pubblico sciarpe e maglie delle due squadre ed anche due palloni ufficiali della Uefa Champions League. E poi c'è una scommessa benefica: "Abbiamo deciso di scommettere 20 euro sul 3 a 1 della Juventus, risultato ritenuto il più probabile tra gli esperti di fantacalcio - spiega Nicola Zoppelletto, vice presidente del Naviglio Rock - se vinceremo il ricavato verrà devoluto al Cuamm - Medici con l'Africa. E' una maniera divertente per portare fortuna alla Juventus e fare un po' di beneficenza".

Questa sera alla Trattoria Ballotta debutta la pasta fresca vedetariana made in Padova con la serata ai tre formaggi

Debutta la pasta fresca vegetariana "made in Padova" nata dalla rete d'impresa "Intreccio", un innovativo e originale accordo fra agricoltori e aziende artigiane, che sta firmando una serie di prodotti di qualità, ottenuti con la materia prima del territorio e trasformati dalle aziende locali.
Dietro il nome "Intreccio" si cela un'operazione tutta padovana che mette insieme il grano Timilia riscoperto da Alberto Zambon, giovane agricoltore di Vighizzolo, il Pastificio Artusi di Casalserugo, oltre ad altri produttori come il grissinificio artigianale Crifill dei Fratelli Benvegnù a Legnaro, il Consorzio Agrario del Nordest, l'olio extravergine d'oliva veneto. Da chi ha messo la materia prima a chi si è adoperato alla trasformazione, il tutto con il coordinamento di Coldiretti Padova che ha costruito l'inedita rete d'impresa. Da questa innovativa partnership fra agricoltori e aziende debutta sul mercato un prodotto originale che premia le tipicità e le potenzialità del territorio.
La pasta fresca del Pastificio Artusi, al suo debutto con la nuova linea di pasta vegetariana, beneficia dell'accordo di filiera "Intreccio" per la produzione di una linea dedicata, realizzata con la materia prima dell'agricoltura padovana, ma senza uova, a partire delle farine del Consorzio Agrario del Nordest e da quelle ottenute dal grano "timilia" del giovane Zambon, che è anche il produttore del pane nero d'Abano.
Nasce così la serata di degustazione di mercoledì 31 maggio, alle 20 all'Antica Trattoria Ballotta di Torreglia, in collaborazione con il Consorzio Tutela Casatella Trevigiana Dop che arricchisce e personalizza il menù con i "tre formaggi" di eccellenza veneti.
Ecco allora che alla pasta fresca vegetariana e agli altri prodotti del territorio selezionati da Cristina Legnaro dell'Antica Trattoria Ballotta ben si sposano la Casatella Trevigiana Dop, formaggio tipico della tradizione veneta, dal sapore fresco, delicato e cremoso, il Montasio Dop, dal profumo lievemente erbaceo e dal sapore variabile dal dolce al piccante a seconda della stagionatura e la Mozzarella Stg, che emana fragranza e delicatezza, figli di un territorio ricco di prodotti agro-alimentari invidiati da tutto il mondo. Non poteva mancare infine l'abbinamento con i vini dei Colli Euganei.