Italian business: arriva nelle sale il film girato da Mario Chiavalin tra Padova, Torreglia e Jesolo.

È tutto pronto per l’uscita al cinema di Italian Business, il primo lungometraggio di App Movie che sarà proiettato nelle sale cinematografiche di tutta Italia, a partire dal 16 marzo. Si tratta di una commedia all’italiana, diretta dal regista Mario Chiavalin, e interpretata da un ricco parterre di personaggi di spicco del mondo del cinema e dello spettacolo, tra cui Fabrizio Corona, Maurizio Mattioli, Cristina Mian e Pippo Franco. Le riprese si sono alternate tra Padova e i colli Euganei, il Lido di Jesolo, gli studi milanesi della casa di produzione, Ferrara e la sua provincia, e il Pineta di Milano Marittima. Un piccolo tour del nord Italia che in più di tre mesi di registrazioni ha attirato la curiosità di fan, media e appassionati. La pellicola uscirà nelle sale Uci Cinema di tutt’Italia e a Padova anche al Cineplex di Due Carrare.

LE LOCATION. Il film è stato realizzato in gran parte in Veneto, per volere dello stesso regista, che punta a valorizzare il Nord-Est anche attraverso il grande schermo. A Padova le riprese sono state effettuate in centro e al Caffè Pedrocchi, il locale simbolo della città che ha ospitato la sfilata di moda, epilogo della pellicola. Due location anche sui colli Euganei, il Grand HotelTerme di Montegrotto Terme e la trattoria Da Ballotta di Torreglia. Sulla costa, il litorale scelto è quello di Jesolo, con le sue spiagge e tanti interni girati soprattutto all’Hotel Cesare Augustus. Spazio, quindi, anche a Ferrara, con il ristorante Bianconiglio in centro e il circuito di Pomposa a San Giuseppe. Gran finale alla celeberrima discoteca Pineta di Milano Marittima.

LA TRAMA.Italian Business è una commedia all’italiana che si articola su tre episodi, con una chiave di lettura comune: i finanziamenti promossi dall’Unione Europea a chi decide di avviare o rilanciare un’attività. Un sogno per i tre protagonisti azzannati dalla crisi, l’opportunità di una truffa gigantesca per una torbida associazione criminale. E così il bagnino Walter, la ballerina Monica e l’albergatore Rino, dovranno fare i conti con le trame oscure del commercialista Randazzi. Battute, gag e colpi di scena si intrecciano con malaffare e difficoltà del mondo finanziario, fino a un epilogo comune tutto da gustare.

 

IL CAST.  Il parterre come detto è ricchissimo, anche se sono tre i protagonisti principali.

Maurizio Mattioli interpreta il ruolo dell’albergatore Rino (nelle scene girate tra Padova e i colli Euganei), alle prese con la crisi che attraversa la propria attività. Nonostante il sostegno della giovanissima e prosperosa moglie (interpretata dalla modella venezuelana Astrid Pinero Herrera), Rino sarà tentato dall’accettare la proposta truffaldina del commercialista Randazzi, per cercare la luce fuori dal tunnel. Ma il rapporto d’amore e odio con il figlio (Rudy Smaila), produrrà una svolta inaspettata…

Fabrizio Corona veste i panni del bagnino Walter (nelle scene girate tra Jesolo, Ferrara e Milano Marittima), intrappolato da un lavoro che gli sta stretto e dall’attrazione per lusso e gioco d’azzardo. Walter sogna rilanciare l’intero stabilimento, ma si trova ben presto in mezzo ai guai. Dovrà fare i conti con alcune proposte illecite e verrà spalleggiato da un’insolita coppia di bagnini, composta da Gianni Fantoni ed Enrica Pintore.

Cristina Mian è l’affascinante ballerina Monica (nelle scene girate tra Jesolo e Milano), anima di una scuola di danza che ha coinvolto un intero quartiere, dai più piccoli ai più anziani. La scuola, per decisione dei proprietari stanchi dei pochi incassi, sta per essere chiusa e così Monica si troverà costretta a una corsa contro il tempo per salvare la sua creatura.

La figura che fa da collante a tutti e tre gli episodi è quella del commercialista Randazzi, interpretato da un Umberto Smaila d’eccezione. Una parte spassosissima è stata riservata anche a Pippo Franco, tornato dopo qualche anno al centro di una commedia all’italiana. L’ultimo cameo è invece riservato a Emilio Fede, che si rimetterà i panni di anchorman di un tg, oltre a curare la voce narrante che fa da tramite tra gli episodi. Al fianco degli attori già citati ci sono tante altre stelle del mondo del cinema e dello spettacolo: Barry Mason, speker di Radio Padova, Umberto Sardella, Demetra Hampton, Mario Donatone, Pippo Franco, Roberta Garzia, Jessica Laurenza, Amedeo Gagliardi, Gianclaudio Carretta, Marco Angeloni, Patrizia Campanella, Costantino Vitagliano, Marco Amadori, Veronica Maya e tanti altri.

LA CASA DI PRODUZIONEApp Movie è la divisione cinematografica della società App Media GroupS.p.A, già conosciuta per i suoi studi di Roma, Padova e Milano, dove ospita e realizza le produzioni di Colorado “Eccezionale Veramente” in onda su La7, e “Take me out” su Real Time. Inoltre è partner di Lega Basket Serie A, per la gestione della distribuzione televisiva di tutte le partite, di Gazzettino Tv per i propri live e di Festivalshow.