La Camera di commercio vara l'aumento di capitale in Interporto: Zilio, "Padova 4.0 significa maggiori infrastrutture per la città"

Il progetto Padova 4.0 cala il primo asso e punta forte sull'importanza dello sviluppo ferroviario, logistico e viario per far crescere l'economia locale e intermodale. Oggi la Giunta della Camera di Commercio di Padova ha deliberato l'aumento di capitale della società Interporto Padova SpA per un importo pari a 1,5 milioni di euro: sono risorse derivanti dalla dismissione delle società partecipate che vanno a beneficio della progettazione infrastrutturale per potenziare e rendere più competitivo il territorio provinciale sotto gli aspetti della mobilità ferroviaria e viaria. Una mossa strategica, questa camerale, che si pone quale prima concreta azione del progetto "Padova 4.0" e che ha come obiettivo -interviene il presidente ​Fernando Zilio​- "​la progettazione, il potenziamento e lo sviluppo dei principali collegamenti ferroviari e delle arterie viarie fra Padova e le direttrici Nord-Est-Sud d'Italia. Come Camera di Commercio crediamo fermamente nel ruolo dell'Interporto di Padova che deve diventare sempre più Hub della mobilità e cuore pulsante per lo sviluppo intermodale del nostro territorio e dell'intero Nordest". ​ Sono tre le linee di indirizzo su cui punta l'ente camerale attraverso l'aumento di capitale:

1) studiare un piano di fattibilità del collegamento ferroviario fra l'Interporto, la Stazione di Padova e lo svincolo per Trieste, creando un asse di raccordo Milano/Padova/Venezia/Bologna/Trieste lungo la linea Est-Ovest-Sud; ma anche la​ ferrovia ad Est lungo l'idrovia verso la Mestre - Adria e il collegamento per i pendolari fra la Stazione Centrale, Camin e la ZIP per rendere ancor più funzionale la zona industriale e potenziarne così il livello di attrattività per futuri investimenti;

2) l'ampliamento e l'ultimazione delle tangenziali fra cui il prolungamento della Statale del Santo;

3) l'ultimazione della Statale 10 Monselice - Montagnana e il prolungamento della Statale di Limena in direzione Cittadella - Bassano. Come sottolinea il presidente ​Zilio "questo​ è un primo importante mattone del progetto Padova 4.0 già peraltro concordato con alcune amministrazioni locali e regionali. Padova deve diventare sempre più snodo cruciale nelle reti di interscambio commerciale e civile a livello nazionale. I presupposti ci sono e con quest'aumento di capitale vogliamo mettere la società Interporto nelle condizioni di accelerare per sviluppare la mobilità del futuro e per rendere la ZIP maggiormente attrattiva anche in chiave di stimolare futuri importanti investimenti e creare di conseguenza nuovi posti di lavoro. Quest'ultimo infatti, è un punto ​ fermo del progetto Padova 4.0 e la Camera si impegna fin da subito a creare i presupposti per concretizzarlo"