Lunedì il Pd decide se Sergio Giordani è il candidato ufficiale del partito: convocata la direzione cittadina

La direzione cittadina del Partito Democratico di Padova è stata convocata per lunedì 13 febbraio alle ore 18.00. All'ordine del giorno il percorso del PD in vista delle amministrative in cui ufficializzare il sostegno alla candidatura civica di Sergio Giordani e definire il progetto politico per la città.

"Dopo alcuni positivi incontri tra i membri dell'esecutivo cittadino e Sergio Giordani è arrivato il momento di sostenere con una scelta chiara la sua candidatura civica - dichiara Antonio Bressa, Segretario Cittadino PD, che aprirà i lavori della direzione -. Giordani ha affrontato alcune tra le principali questioni che riguardano la città in linea con la sensibilità e i valori che esprime il Partito Democratico. Condividiamo l'idea di costruire una rinnovata coesione civica per Padova in grado di superare una stagione animata solo dall'esasperata volontà di dividere. E ci riconosciamo nelle priorità che sono state fissate: investire nella salute dei cittadini e nella qualità della vita attraverso la sostenibilità ambientale, affrontare la questione della sicurezza senza scinderla dal tema della rigenerazione urbana e della lotta all'emarginazione sociale, ridare a Padova il ruolo di capitale d'arte, cultura e scienza.
Il PD alimenterà e sarà il traino di questo percorso con tutta la forza delle proprie idee, fissate nei 20 punti per Padova, dai quali i gruppi di lavoro sul programma stanno facendo emergere tutte le azioni concrete che renderanno più moderna, efficiente, solidale e sicura la nostra città. E lo farà con il proprio radicamento territoriale che sta portando i nostri circoli a incontrare i cittadini dei quartieri raccogliendo centinaia di segnalazioni che si trasformeranno in impegni concreti inseriti nel programma.
Lunedì quindi ci soffermeremo sui rapporti con gli altri soggetti politici ribadendo per l'ennesima volta la nostra proposta: sediamoci attorno allo stesso tavolo per scrivere un programma condiviso e decidere assieme sulle modalità di scelta della candidatura della coalizione, aperti a ogni soluzione che allarghi e unisca così come lo stesso Giordani ha dimostrato di voler fare. Chi ha a cuore il futuro di Padova e non vuole dare nessun assist a Bitonci ha già dato la sua disponibilità in questo senso. L'obiettivo è quello di costruire un nuovo progetto di tutto il centrosinistra, aperto ai soggetti moderati a forte vocazione civica in un patto collaborativo e leale sui programmi e a chi, avendo a cuore le sorti di Padova in questa fase di emergenza, non ha una storia incompatibile con i nostri valori."