Anziano disperato per il furto della bici all'Arcella: Fratelli d'Italia lo "adotta" e lancia la sottoscrizione per ricomperargliela

E' stato un ottantunesimo compleanno amaro quello del lunedì di Pasquetta per Tito Panizza, noto pensionato dell'Arcella, che due settimane fa in via Buonarroti si è visto derubare la bicicletta che l'anziano commerciante usava per spostarsi in quartiere.
Panizza era stato premiato due anni fa con il Premio Sant'Antonio per la sua attività di "postino del pane": l'anziano infatti si prodiga da anni per aiutare le famiglie in difficoltà
portando loro generi alimentari che il pensionato raccoglie dagli esercizi commerciali dell'Arcella.
Tito Panizza, dopo aver fatto denuncia ai carabinieri, si è rivolto allo sportello Sos Cittadino che Fratelli d'Italia ha aperto al civico 165/b di via Buonarroti. "La storia di Tito
ci ha davvero colpiti - spiega Gabriele Zanon, fondatore del circolo cittadino di Fratelli d'Italia - e ci siamo dati subito da fare per aiutare concretamente questo signore che ha
subito un torto intollerabile e che merita tutta l'attenzione possibile. Per questo abbiamo lanciato una pubblica sottoscrizione attraverso il nostro sportello e tra i nostri attivisti
per ridare a Tito una bicicletta nuova".

Per avere informazioni e sostenere il caso dell'anziano derubato, o per denunciare piccoli e grandi casi di degrado urbano Fratelli d'Italia ha attivato un numero verde al 800 892823. "Il commissariamento ha bloccato un progetto che era pronto per essere inaugurato - spiega l'ex assessore della giunta Bitonci, Marina Buffoni - che veniva proprio incontro agli ultra 75enni come il signor Tito per aiutare gli anziani nel disbrigo delle pratiche burocratiche e per dare assistenza alle persone derubate nel cambio documenti, cambio chiavi di casa e tutte le incombenze successive ai furti in casa o agli scippi. I nostri padovani più in là con gli anni vanno tutelati contro la criminalità che purtroppo è lungi dall'essere sradicata. Ma noi continueremo ogni giorno la nostra battaglia per rendere l'Arcella e gli altri quartieri di Padova posti più vivibili per tutti".