Il calcio Padova parte per il ritiro con un obiettivo chiaro: vincere il campionato di LegaPro. Bonetto: "Non dobbiamo più nasconderci"

Si terrà alle 17 di oggi pomeriggio il primo allenamento del calcio Padova 2017/18. Una squadra se possibile ancora più forte di quella che, dopo una partenza di stagione da dimenticare, ha fatto una parte centrale di campionato strabiliante sotto la guida dell'allenatore Oscar Brevi, giubilato poi a fine stagione a causa di un crollo incredibile nel momento più importante del campionato biancoscudato. Un Padova comunque arrivato terzo che ha l'obbligo di migliorarsi e cioè dominare in vetta il campionato, quello affidato alla guida dell'esperto Pierpaolo Bisoli, un allenatore che è un autentico lusso per la Lega Pro. Tanto più che le affermazioni del presidente Bonetto lasciano poco all'interpretazione. "Asseconderemo il Mister in tutto e per tutto - ha detto Roberto Bonetto - Non dobbiamo più nasconderci, lo scorso anno siamo arrivati terzi, quest'anno dobbiamo essere sempre protagonisti. Ero molto più emozionato il primo giorno quando presi la squadra con Bergamin e partimmo da Thema Italia. Aspettiamo questi due mesi cosa il sindaco e l'assessore allo sport ci proporranno, sappiamo che l'Euganeo non è uno stadio adatto, non dimentichiamo però che bisogna farcelo andare bene finché siamo qui. Nemmeno alla società va bene e ci stiamo impegnando fino alla fine. Abbiamo fatto una campagna importante è dispendiosa, speriamo che i tifosi si abbonino in tanti. Non stiamo qui a sindacare se uscirà quello o entrerà quell'altro, le scelte le farà il mister e le asseconderemo in tutto e per tutto. La squadra è per il 90% fatta, in questi 12-13 giorni vedremo cosa succederà e qualcuno dovrà dimostrare di avere l'atteggiamento giusto. Se il sacrificio dovesse essere di cedere giocatori come Diniz non verrà più fatta una cosa simile, eventuali incassi verranno immediatamente reinvestiti. Chi ha il mal di pancia si prenderà il buscopan. Chiaro che dovremo far giocare 14 over e adesso siamo a 16. Non voglio subire ricatti da parte di nessuno, su questo mi sbilancio. L'ingresso mio in Consiglio di Lega non sarà un ingresso pro forma, dopo aver valutato la situazione, cercherò di fare in modo che le società di Lega Pro abbiano meno oneri rispetto a quelle di categorie superiori perché il sistema è evidente che non riesca a sostenersi. Nuovi soci? Quando sarà il momento opportuno e quando mi verrà dato l'ok per poter essere comunicati, ci saranno ingressi importanti e si sta concretizza di quanto speravo".
Questo il programma della prima settimana di ritiro biancoscudato.
Nel fine settimana poi i tifosi organizzati saliranno a Masen di Giovo per far sentire il calore della tifoseria alla squadra.
PORTIERI:
1. Giacomo Bindi
2. Placido Castaldo (2000)
3. Davide Merelli
4. Leonardo Pranovi (2000)
DIFENSORI
1. Nicola Boscolo (2000)
2. Daniel Cappelletti
3. Nicola Madonna
4. Mattia Negro
4. Luca Ravanelli
5. Michele Russo
6. Andrea Sbraga
7. Alberto Tentardini
8. Petar Zivkov
CENTROCAMPISTI
1. Luca Berardocco
2. Othman Chajari (1999)
3. Carlo De Risio
4. Francesco Dettori
5. Matteo Mandorlini
6. Davide Mazzocco
7. Nico Pulzetti
8. Matteo Scevola (1998)
9. Riccardo Serena
ATTACCANTI
1. Luis Alfageme
2. Cristian Altinier
3. Roberto Candido
4. Alessandro Capello
5. Matteo Chinellato
6. Andrea Cisco (1998)
8. Davide Marcandella
9. Nicola Petrilli
Tra i convocati, non è presente Caio De Cenco che sta proseguendo il suo percorso di recupero dopo l'operazione alla caviglia destra dello scorso 11 maggio e si riunirà ai compagni ai primi di agosto.