Ascom e Appe Padova fanno gli auguri ai nuovi assessori e lanciano le prime proposte per il commercio

Appe ed Ascom di Padova salutano i nuovi assessori alle attività produttive ed a cultura e turismo.
Scrive in un comunicato l'associazione Appe presieduta dal decano dei ristoratori padovani Erminio Alajmo: "Abbiamo appreso della Sua nomina quale Assessore al Commercio del Comune di Padova, incarico per il quale desideriamo porgerLe le nostre più sincere felicitazioni – esordiscono Erminio Alajmo e Filippo Segato, rispettivamente Presidente e Segretario dell'Associazione Provinciale Pubblici Esercizi (APPE) – In questi tempi guidare un referato così importante, più che onori, riserva parecchi oneri, dato che le sfide del mercato globale, unite alla crisi generale che stiamo vivendo, richiedono un impegno straordinario. Siamo sicuri comunque che, grazie anche alle Sue capacità e all'aiuto dei Suoi collaboratori, l'Assessorato saprà affrontare le tante sfide quotidiane, mettendo al centro dell'operato la promozione delle imprese e delle eccellenze. Confidiamo che i già buoni rapporti tra la nostra Associazione e la struttura che ha il compito di guidare possano continuare, migliorando la collaborazione per la realizzazione di progetti in comune, nell'esclusivo interesse delle imprese, dei cittadini, dei residenti e dell'Amministrazione comunale".
Gli auguri sono per tutti e dieci da parte dell'Ascom: sindaco, vicesindaco e assessori.
"D'altra parte - è il commento di Patrizio Bertin, presidente dell'Ascom di Padova - la città ha bisogno di un impegno a testa bassa per recuperare il tempo perduto e tornare a guardare avanti con ottimismo".
Ma se gli auguri sono per tutti, una dose supplementare di "in bocca al lupo" Bertin la riserva ad Antonio Bressa e ad Andrea Colasio.
"Accomuno i due assessorati - continua Bertin - nella convinzione che commercio, turismo e cultura siano facce della medesima medaglia che sottende allo sviluppo della città. Con Bressa condivideremo idee e progetti per ridisegnare una Padova che sappia essere attrattiva, coinvolgente ed in grado di riprendere la sua "mission" di città votata ai commerci".
"Commerci - aggiunge il presidente dell'Ascom - che non possono essere disgiunti da cultura e turismo ed è per questo che all'assessore Colasio offriamo altrettanta collaborazione certi che una città come Padova, culla delle arti, abbia enormi potenzialità e possa realmente candidarsi a divenire una capitale europea".
Infine a Bertin piace l'impegno della nuova amministrazione intenzionata ad usare la leva fiscale in favore della rinascita dei quartieri.
"In sede di confronto in campagna elettorale - conclude Bertin - abbiamo insistito molto sulla necessità che si offrano occasioni di rilancio a tutta la città, ma soprattutto ai quartieri. Un'oculata politica di sgravi fiscali in favore dei nuovi imprenditori ma anche dei proprietari degli immobili, a nostro giudizio, potrebbe offrire, da un lato le occasioni per incentivare l'idea di impresa e, dall'altro, mitigare l'importo degli affitti. Con Bressa, che ha assunto anche la responsabilità dei tributi, credo non sarà difficile trovare punti di contatto. La sua giovane età, peraltro, giocherà sicuramente a favore di un impegno in favore di quei giovani che hanno tutta l'intenzione di mettersi in gioco nel campo imprenditoriale".