Pesce e vino rosso: accoppiata sperimentale al Forcellini 172

 

Ormai non è più politicamente scorretto. Solo fino a pochi anni fa proporre un vino rosso col pesce sarebbe suonato blasfemo. Eppure, senza arrivare all’estremo del nostro presidente del Consiglio che scandalizzando molti pasteggiò proprio qui in Veneto annaffiando la spigola con l’Amarone, ormai non è più inconsueto trovare anche in menu di alto lignaggio un simile abbinamento.
Al Forcellini172 Food&Garden, per esempio, l’unico ristorante giardino di Padova,
giovedì 29 ottobre 2009 dalle 20.00
in collaborazione con il Club di Papillon, si terrà l’evento promosso dal Giardino dei Golosi:

“Il Pesce a nuoto nei Vini Rossi”

Intrigante il menu della serata, che si apre con i Filetti di Spigola marinati ai Frutti di Bosco, per lasciare subito posto al Risotto all’anguilla con Spiedino di “Bisatto” croccante. Seguono la Frittura di pesce Spatola e Fondente di Peperoni Rossi e Gialli e i dolci a cura de “I Dolci di Giotto”, la linea di squisitezze che il Consorzio sociale Rebus di Padova produce all’interno del carcere penale Due Palazzi con una manodopera ormai ben qualificata composta dai detenuti formatisi alla scuola di maestri pasticceri.

Piatti ben strutturati, come si vede, abbinati e accompagnati da due rossi dell’Azienda Laimburg di Ora, in provincia di Bolzano. Il primo dei due vini è un Lago di Caldaro Scelto dell’Alto Adige DOC di gradazione alcolica 12,50% vol. Vino che va bevuto giovane, di colore rosso rubino brillante, profumo delicato e fruttato con sentori di marzapane e ciliegia. Si tratta poi di un vino fresco e vivace, caratterizzato da un’acidità delicata, equilibrato ed armonioso al palato. Normalmente viene abbinato a piatti della tradizionale cucina sudtirolese, ma è ottimo anche in abbinamento a qualunque pietanza leggera.

Più impegnativo, e quindi in grado non solo di tener testa, ma di esaltare anche la frittura, il Pinot Nero dell’Alto Adige DOC ha una gradazione alcolica di 13,50% vol. Il colore è rosso rubino intenso, il bouquet vivace con note fruttate di mora e ciliegia. Ben strutturato, dai tannini pronunciati, risulta tuttavia armonioso al palato, oltre che secco.

Un centinaio i posti disponibili per la serata, che viene proposta a un costo di 30 euro. Per informazioni e prenotazioni ci si può rivolgere a David Andreolli, al tel. 349.3580951, e-mail [email protected]