Argos continua l’espansione grazie ai “negozi di vicinato” e supera i 70milioni di euro di fatturato

 

Negozi di vicinato che diventano un punto di riferimento per la cittadinanza, soprattutto nei piccoli comuni.
E’ questa la filosofia e contemporaneamente la strategia di crescita di Argos.
L’azienda veneta che opera nel campo dei servizi alla famiglia e all’impresa (gas naturale, energia elettrica e connettività) ha aperto negli ultimi anni oltre cinquanta punti vendita in tutto il nordest. Solo negli ultimi tre anni Argos ha inaugurato un negozio al mese e nel 2019 ha intenzione di proseguire con lo stesso ritmo.
Sono numeri importanti quelli fatti registrare dalla realtà con sede centrale a Sarmeola di Rubano e con fatturato di oltre 70 milioni di euro.
“In un momento in cui i nostri competitor dematerializzano la comunicazione e il rapporto con il cliente, Argos ha deciso di seguire la strada opposta aprendo negozi per offrire un servizio e garantire un rapporto diretto” Spiega Nicolò Capuzzo, Amministratore Delegato Argos.
“Nei comuni la percentuale delle chiusure delle piccole attività purtroppo è in crescita. Nella speranza che il trend si inverta noi di Argos abbiamo l’ambizione di diventare un punto di riferimento per le comunità e contemporaneamente un presidio sul territorio. I cittadini sappiano che, al di là dell’aspetto commerciale, da noi la porta è sempre aperta”.

Proprio per garantire un filo diretto cliente-azienda e per dare risposte immediate, il numero verde, la gestione del credito e il servizio di backoffice sono stati internalizzati, in linea con la filosofia dell’azienda di gestire con risorse proprie tutte le attività che aumentano la soddisfazione del cliente.
L’apertura dei negozi procederà di pari passo con un piano di nuove assunzioni.
La squadra Argos conta al momento 120 risorse “Per il futuro – afferma Nicolò Capuzzo – l’azienda cerca colleghi capaci di capire i valori aziendali per poi poterli trasmettere a loro volta”.
Argos inoltre è tra le prime aziende in Italia ad aver adottato una nuova tecnologia americana che misura il grado di benessere dei dipendenti “Siamo una realtà moderna e innovativa, un dipendente motivato è un dipendente che produce e lavora meglio. Non escludo – afferma Capuzzo – che questa tecnologia possa essere utilizzata anche per misurare la soddisfazione dei nostri clienti, vogliamo capire dove migliorarci”.
Grazie al prezioso lavoro della rete commerciale totalmente interna, Argos, che attualmente fornisce più di 100mila utenze, ha l’obiettivo di diventare un punto di riferimento del nordest dal punto di vista dei servizi alle famiglie e alle imprese.
Luce, gas, internet ma non solo, Argos guarda con grande interesse alle nuove tecnologie e come queste possano tornare utili nella vita quotidiana.