Verona Legend Cars: al via la fiera delle auto da sogno e delle moto che hanno fatto la storia

Passato, presente e futuro delle quattro ruote: da domani alla Fiera di Verona l'auto d'epoca incontra i modelli contemporanei delle case più blasonate, con uno sguardo ai motori elettrici e senza dimenticare il mondo sportivo del rally. Sono più di 1.350 le autovetture storiche in mostra nei tre padiglioni di Verona Legend Cars, il salone sull'heritage alla sua terza edizione e in programma fino a domenica a Veronafiere. Oltre 350 dealer da tutta Europa portano pezzi rari e unici che si possono ammirare ma anche comprare, insieme a componentistica e ricambi originali.
Tre i musei presenti con le proprie collezioni: quello Nicolis di Villafranca, in provincia di Verona e i due dedicati alla Ferrari, di Modena e Maranello. E proprio agli stand del Cavallino è possibile provare il brivido "virtuale" di guidare una monoposto grazie ad simulatore di Formula 1. In tre giorni sono invece 30 gli appuntamenti e i raduni in fiera organizzati da ACI e ASI Verona, insieme a Club e associazioni da tutto il nord Italia. Una passione, quella per l'heritage che soltanto in Veneto coinvolge 30mila persone e conta 50mila auto d'epoca nei garage dei privati e nei 13 musei dedicati.
A Verona Legend Cars le emozioni scendono anche in pista per la prima volta con "La sfida dei campioni", evento che, sabato e domenica, vede otto grandi nomi del rally in gara su uno speciale circuito, capitanati dal due volte campione del mondo Miki Biasion al volante di una Lancia Delta Integrale. A completare il viaggio nel mondo dei motori, una selezione della gamma contemporanea dei grandi marchi, così come l'auto di domani, rappresentata dagli avveniristici modelli elettrici della Tesla.

Programma inaugurazione

Il taglio del nastro della manifestazione è alle ore 11, nella Galleria dei Signori, tra i padiglioni 11 e 12 (ingresso Re Teodorico, su viale dell'Industria). All'inaugurazione partecipano Maurizio Danese, presidente di Veronafiere, Mario Carlo Baccaglini, presidente di Intermeeting (società organizzatrice di Verona Legend Cars), Alberto Bozza, assessore allo Sport del Comune di Verona, Andrea Bassi, consigliere della Regione Veneto e Miki Biasion, campione del mondo rally 1988 e 1989.