Donne in sanità: tanti medici ma ancora poche manager in rosa

La popolazione medica femminile in Italia supera ormai il 40%, ma sotto i 40 anni siamo ben oltre il 60%: e le prestazioni del medico donna sono percepite sempre più a un livello superiore. Per questo il dato nazionale sulla presenza di donne ai vertici delle strutture sanitarie complesse, oggi intorno al 16%, è destinato a cambiare radicalmente. Anche nel Veneto, dove la quota di donne ai vertici dei reparti sanitari si ferma al 12,4%.

I dati trovano conferma nella comparazione "Donne professioniste nella sanità" presentata oggi dall'"Osservatorio Professionale Donna", che raggruppa un centinaio di imprenditrici e professioniste che operano a nordest.

A parte l'Istituto Oncologico Veneto, le strutture sanitarie più "virtuose" nelle cosiddette quote rosa,  sono a Padova (19%), Verona (17,3%), Chioggia e Mirano (16,7%). Sopra la media regionale anche Bassano (16%), Este (13,6%), Belluno (12,8%), Arzignano, Bussolengo e Pieve di Soligo (12,5%). Tra i capoluoghi il più basso risulta Vicenza (8.9%).

Per Lisa Zanardo, coordinatore dell'Osservatorio: "Anche qui, la questione di genere più che un elemento etico è ormai un fatto di qualità: nella valutazione delle strutture sanitarie un'equa presenza di donne avrà sempre più peso nei parametri di valutazione del servizio e gli ospedali, soprattutto nella scelta dei vertici, ne dovranno tener conto".

Un'indicazione che trova conferma nel nuovo libro "Bendessere e Natura: la scienza per sentirsi bene" che Giada Caudullo (nella foto), allieva di Vittorino Andreoli che ne ha curato la presentazione, ha illustrato in anteprima all'Osservatorio Professione Donna: "Un focus particolare del mio libro è dedicato proprio alla donna nei suoi più importanti momenti di vita: e in azienda, compresa quella ospedaliera, una logica più vicina alle particolari necessità della donna che lavora parte proprio dal vertice".

 

 

Donne

Totale

%

ISTITUTO ONCOLOGICO VENETO

2

8

25,0%

PADOVA

8

42

19,0%

VERONA

9

52

17,3%

CHIOGGIA

3

18

16,7%

MIRANO

5

30

16,7%

BASSANO DEL GRAPPA

4

25

16,0%

ESTE

3

22

13,6%

BELLUNO

5

39

12,8%

ARZIGNANO

3

24

12,5%

BUSSOLENGO

4

32

12,5%

PIEVE DI SOLIGO

4

32

12,5%

ASOLO

5

41

12,2%

ROVIGO

4

33

12,1%

TREVISO

7

61

11,5%

CITTADELLA

4

37

10,8%

VENEZIANA

6

59

10,2%

ADRIA

1

11

9,1%

VICENZA

4

45

8,9%

FELTRE

2

23

8,7%

S. DONA` DI PIAVE

2

25

8,0%

LEGNAGO

2

27

7,4%

THIENE

1

26

3,8%

Totale complessivo

88

712

12,4%

http://www.dati.salute.gov.it/dati/dettaglioDataset.jsp?menu=dati&idPag=62