Sergio Giordani scrive ai padovani: "Scelgo di continuare, sento la responsabilità di questo impegno"

Care Padovane e Cari Padovani,

Oggi più che mai mi sento un uomo fortunato.

Fortunato perché in queste ore, così complesse, ho avvertito tutto il vostro affetto, il vostro incoraggiamento e una vicinanza sincera che mi ha emozionato e commosso.

Non lo nascondo: è stato un momento difficile per me e per i miei cari; ho scoperto una mia fragilità di uomo che non conoscevo.
La forza con la quale oggi scelgo di continuare nel nostro impegno per Padova e per tutti i padovani nasce proprio dall'umanità con la quale mi sono confrontato in questi giorni.

Mi ha arricchito l'aver toccato con mano i miei limiti.
Grazie a questa esperienza, infatti, ho compreso come a un padre di famiglia, a un imprenditore, a un politico, a ciascuno di noi, possano capitare momenti difficili: è proprio quando capisci l'importanza di tutto quello che hai rischiato di perdere, a partire dagli affetti più cari, che trovi il coraggio di rialzarti con una forza ancora maggiore.

Personalmente in questi giorni ho avuto l'opportunità di guardarmi dentro in modo ancora più profondo e di confrontarmi con la mia famiglia che amo e con i miei collaboratori con i quali ho costruito un rapporto umano vero: senza di loro non mi sarei messo in cammino ed è insieme a loro che oggi scelgo di proseguire.

Alcuni mesi fa ho deciso in modo libero e autonomo di intraprendere un percorso appassionante a servizio della mia Città.
In questo cammino ho coinvolto centinaia di donne e di uomini e giorno dopo giorno ho assunto, in modo sincero, un impegno forte con i padovani e oggi ne sento, più che mai, tutta la responsabilità.

Ho valutato io tutti gli elementi e sono assolutamente consapevole di cosa significhi oggi guidare una campagna elettorale e domani governare una Città importante come Padova: proprio per questo ho scelto di andare avanti.

Un elemento fondamentale per questa mia decisione è stato avvertire così forte l'affetto di tutta la mia squadra con la quale, in questi mesi, ho costruito quel cambiamento che Padova merita e del quale mi sento responsabile.

Siamo, infatti, una squadra forte, unita e competente che, anche in queste ore, ha saputo continuare con passione nell'impegno che si è assunta con la Città.

Un ringraziamento particolare intendo rivolgerlo a tutti i medici e professionisti della sanità che fin dai primi minuti mi hanno seguito dimostrando, ancora una volta, il livello d'eccellenza che quotidianamente sa garantire a tutti noi cittadini la sanità padovana.
Un motivo in più per me, e per ciascuno di voi, per amare Padova.

Grazie di cuore a tutti voi e ci vediamo presto,
Sergio