Disastro calcio Padova: esce dai playoff di lega Pro in uno stadio vuoto. Fine di un sogno e forse inizio di un incubo se lasceranno soli Bonetto e Bergamin

Difficile scrivere un articolo quando le braccia sono rotolate giù dalla tribuna stampa a fine primo tempo. Scriveva così quel genio inarrivabile della cronaca sportiva Furio Stella, qualche anno fa, se non sbaglio al termine di un Padova - Sampdoria. Almeno scriveva di una gara di serie A, persa malissimo, ma pur sempre serie A. Il Padova di adesso invece non val neanche la pena di raccontarlo in tribuna stampa, nè di guardarlo allo stadio, a giudicare dalla risposta, meno che fiacca, data dagli aficionados (altro marchio di fabbrica di Furio Stella) biancoscudati. Che hanno preferito il mare o l'adunata degli alpini. Ed a ben guardare hanno fatto bene ad ubriacarsi perchè la scoppola è bella grossa. Game over. Addio sogni di gloria. E forse, se non arriveranno soci forti e denaro fresco, l'inizio di un incubo. Perchè con la fine di quest'anno arriverà anche l'inevitabile aumento di capitale da sottoscrivere da parte della coppia Bergamin e Bonetto. E si capirà lì se i due salvatori della patria biancoscudata, dopo la catastrofe di Penocchio e compagni, avranno ancora forza e voglia di mettere mano al portafogli. Perchè un conto è fare un campionato di Lega Pro dopo l'entusiasmo della serie D. Un conto è reinvestire in una piazza che ha dimostrato di aver ampiamente dimenticato quell'entusiasmo ed anzi ultimamente si è dimostrata parecchio esigente se non rognosa, dalla tribuna dei loggionisti. 

Forza Padova quindi significa innanzitutto forza Bergamin e Bonetto dunque, perchè di capitani coraggiosi non ne appaiono molti all'orizzonte della Padova del e forse, nel, pallone. 

Scriveva così su facebook un cronista attento e competente, Marco Campanale di Telenuovo:
3 cose:
- 2500 persone per una partita di playoff sono poche
- la formula degli spareggi promozione di Legapro va completamente rivista. Troppe squadre. E non è un caso che le formazioni che hanno speso molto fisicamente, durante tutto il campionato, siano svantaggiate nei confronti di chi appare più fresco.
- Ai giocatori del #Padova è mancata la FAME. E se ti manca quella, allora è meglio che si cambi atteggiamento. Spiace per la società che in qualche modo sta cercando di riavvicinare la città alla squadra, senza purtroppo riuscirci.

Parole sante.