Il Compositore Ermanno Signorelli al Centro Talenti Musicali Snétberger

Il Talent Center Snétberger è una scuola internazionale di musica che accoglie le giovani promesse del Jazz e della musica classica in Ungheria, a Felsőörs. Seleziona ragazzi giovani particolarmente dotati musicalmente, ma in situazioni di disagio sociale, in particolare tra le comunità rom e sinti, e offre loro un'occasione di riscatto sociale, economico e culturale.

Come docenti vengono chiamati periodicamente musicisti noti in campo internazionale, che prestano la loro opera gratuitamente per formare i più promettenti futuri musicisti.

Quest'anno anche il Jazzista Padovano Ermanno Maria Signorelli, già vincitore del premio internazionale Euro Musical, è stato chiamato a tenere un corso estivo presso il Centro Internazionale di Felsőörs.

"La musica è senz'altro un potente mezzo di recupero del disagio sociale, non tanto come eventuale ascensore sociale, ma come una possibile terza via. Una via in cui la costruzione di un solido mondo interiore permetta di ritrovare valori collettivi sinceri e, nel contempo, protegga da forme arcaiche di convivenza e di modelli sociali che, per loro natura, generano disagio.
La espressione artistica, proprio perché esprime, richiede prima di costruire, poi di esprimere. Così, la pratica musicale, ha una forza straordinaria, che crea relazioni positive e giusta aggregazione, soprattutto giovanile. La pratica richiede che si proceda con cautela, con attenzione, che anche le acquisizioni non siano tutte uguali, che non siano finalizzate ad ottenere un prodotto commerciale, adatto solo ad emozionarci a tempo, come ci emoziona qualunque prodotto da consumare con avidità e che, purtroppo, non è in grado rilasciare lentamente materiale che sedimenti, che permetta quella costruzione di un mondo interiore." "La musica è un linguaggio, non un gioco o un passatempo: é la chiave di lettura della vita, e come tale la sua interpretazione è la grande opportunità." Così si esprime il compositore Padovano, illustrando la sua concezione della musica e della didattica.

In occasione della partenza per l'Ungheria, 4 scatti in bianco e nero di ritratto del Maestro Signorelli, accompagnano il musicista, immortalato dal famoso fotografo e regista Alberto Still, che commenta: "In queste opere il musicista si staglia come luce dall'ombra dello sfondo, fotografato con la sua chitarra in un dialogo tra l'artista, lo strumento e la luce della fotografia. Ho voluto rendere omaggio al Maestro Signorelli, con queste stampe in cui musica e fotografia sono unite dai linguaggi artistici comuni, in un filo conduttore di arte che unisce, costituendo un ponte tra le diverse culture, proprio come realizzato dal Centro Talenti Musicali internazionali".

Il centro fondato dal jazzista e compositore Ferenc Snétberger è sostenuto dal governo Ungherese, da quello Norvegese e dalla Comunità Europea. Si compone di 53 ensemble di musica classica e Jazz per un totale di oltre 100 ore di concerti al pubblico ogni anno. Vengono vagliati annualmente oltre 500 candidati, di cui 60 selezionati come studenti.

Ferragosto tra musica e relax alle terme preistoriche di Montegrotto

Vietato annoiarsi. Per Ferragosto 2017 l'Hotel Terme Preistoriche sceglie di festeggiare l'estate a ritmo di musica e benessere con il Mid Summer Party più scatenato di sempre.

Ad inaugurare la giornata, alle 16 in punto, sarà il più classico dei riti estivi, l"anguriata nel Parco" circondati dal sole, dall'acqua termale e con l'aggiunta di un servizio animazione per i più piccoli. Per chi vuole si prosegue alle 20 con un aperitivo all'aperto e alle 20:30 con la cena sotto le stelle. Infine, a partire dalle 22 il Parco del Preistoriche si trasformerà nel palcoscenico di una notte a ritmo di jazz e swing accompagnati da due delle voci più attive ed interessanti della musica italiana.

Ad animare la notte più attesa dell'estate arriva sul palco delle Preistoriche un ensemble d'eccezione, la Movida Band & Irene Guglielmi feat. Alessandra Pascali con un'unica parola d'ordine: ballare!

Gianni Caltran, uno dei migliori batteristi d'Italia, guida altri due talenti vocali come Irene Guglielmi e Alessandra Pascali in una trascinante serata a ritmo di sound dance firmata da una delle band più ricercate d'Italia. La Movida Band muove i suoi primi passi nel 2000 e in pochi anni, complici la qualità dei professionisti coinvolti, le numerose partecipazioni a trasmissioni televisive e un repertorio semplicemente irresistibile, diventa il gruppo di riferimento del panorama musicale italiano. Tra gli artisti che hanno accompagnato dal vivo: Fausto Leali, Fiordaliso, Umberto Smaila, Ivana Spagna, Los Locos, Maggie Reilly (Mike Oldfield), Neffa, Tony Esposito, Tullio De Piscopo, Demo Morselli, Jerry Calà, Vittorio Matteucci, Alan Sorrenti, e moltissimi altri.

Info e prenotazioni: 049 793477 o Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Ingresso ore 19; aperitivo ore 20; cena a buffet ore 20.30; concerto a seguire. Il concerto si terrà anche in caso di maltempo.

Ingresso concerto € 13 (entrata a partire dalla ore 22);
Ingresso piscina + concerto € 23 (dalle ore 19);
Ingresso piscina + concerto + cena (bevande escluse) € 37;
Idea Ferragosto - ingresso giornaliero in piscina + cena (bevande escluse) + concerto Movida Band € 59,00

Diletta Sperotto, 18enne di Grantorto è la più bella di tutte a miss AMen nella tappa di Jesolo

Giovedì 10 agosto è andata in scena in una gremitissima Piazza Torino a Jesolo, la quinta data del Festival Show 2017 con prestigiosi ospiti come Riki, Alessio Bernabei, Levante, Bianca Atzei, Stadio e molti altri.

Protagonista non solo la musica ma anche la bellezza con 'Miss AMen Festival Show Jesolo 2017'. Per il 2017 AMen, noto brand di gioielli affianca il momento dedicato alle Miss in passerella a Festival Show.

Quattordici le Miss in passerella, selezionate tra quante hanno inviato l'iscrizione gratuita. Una giuria di esperti ha decretato la Miss vincitrice che formerà la rosa delle otto finaliste.

Lunedì 4 settembre all'Arena di Verona durante la finalissima del Tour, una di loro sarà incoronata Miss AMen 2017.

Presente come madrine d'eccezione la padovana Sofia Pivato trionfatrice assoluta dell'edizione 2014, la veneziana Giulia Zancato vincitrice a Jesolo nel 2016 e la padovana Nicole Cogo finalista del 2017.

Per le 14 ragazze uscita con abiti e gioielli firmati AMen. Cinque i titoli assegnati, soltanto la vincitrice conquista un posto per la Finalissima in Arena di Verona di lunedì 4 settembre.

1) Miss AMen Festival Show Jesolo 2017 'oro': Diletta Sperotto, 18 anni, studentessa di Grantorto (Pd). Si definisce solare, vorrebbe lavorare nel mondo della moda o dello spettacolo.

2) Miss AMen Festival Show Jesolo 2017 'argento': Nicole Pecchi, 22 anni, studentessa di Segrate (Mi). Si definisce testarda, vorrebbe realizzarsi nel mondo della moda.

3) Miss AMen Festival Show Jesolo 2017 'bronzo': Agata Scarpa, 18 anni, studentessa di Mestre (Ve). Si definisce vivace, vorrebbe diventare un'attrice.

4) Miss AMen Festival Show Jesolo 2017 'gioiello': Aurora Arrigoni, 18 anni, studentessa di Mogliano Veneto (Tv). Si definisce raggiante, vorrebbe diventare un medico.

5) Miss Echos Line Festival Show Jesolo 2017: Giulia Lorenzin, 21 anni, studentessa di Tezze sul Brenta (Vi). Si definisce creativa, vorrebbe diventare una social media manager.

L'elenco completo delle 6 finaliste del 2017: due le vicentine Anastasia Savciuc e Valeria Zanier, due le padovane Nicole Cogo e Diletta Sperotto, la veneziana Diana Marc e la bresciana Sara Simonetti.

L'organizzazione è curata da Mauro Casarin, talent scout che da sempre ha l'obiettivo di valorizzare le ragazze per future carriere nella moda e nello spettacolo.

Ha presentato Monica Morgan. Foto di Paolo Stramare. Prossime tappe venerdì 18 agosto a Lignano Sabbiadoro e venerdì 25 agosto a Mestre. Info ed iscrizioni gratuite alla pagina Facebook 'AMen' o al 347.4809898.

La padovana Nicole Cogo è la nuova Miss AMen Festival Show Bibione 2017 e stacca il pass per la finalissima in Arena

Giovedì 3 agosto è andata in scena in un gremissimo Piazzale Zenith a Bibione, la quarta data del Festival Show 2017 con prestigiosi ospiti come The Kolors, Raf, Anna Tatangelo, Nina Zilli e molti altri.

Protagonista non solo la musica ma anche la bellezza con 'Miss AMen Festival Show Bibone 2017'. Per il 2017 AMen, noto brand di gioielli affianca il momento dedicato alle Miss in passerella a Festival Show.

Quattordici le Miss in passerella, selezionate tra quante hanno inviato l'iscrizione gratuita. Una giuria di esperti ha decretato la Miss vincitrice che formerà la rosa delle otto finaliste.

Lunedì 4 settembre all'Arena di Verona durante la finalissima del Tour, una di loro sarà incoronata Miss AMen 2017.

Presente come madrine d'eccezione la trionfatrice assoluta dell'edizione 2014, la padovana Sofia Pivato e le finaliste del 2017 la veneziana Diana Marc e la vicentina Valeria Zanier.

Per le 14 ragazze uscita con abiti e gioielli firmati AMen. Cinque i titoli assegnati, soltanto la vincitrice conquista un posto per la Finalissima in Arena di Verona di lunedì 4 settembre.

1) Miss AMen Festival Show Bibione 2017 'oro': Nicole Cogo, 19 anni, studentessa di Selvazzano Dentro (Pd). Si definisce semplice, vorrebbe diventare una fotomodella e laurearsi.

2) Miss AMen Festival Show Bibione 2017 'argento': Sara Dal Mas, 22 anni, studentessa di Rauscedo (Pn). Si definisce testarda, vorrebbe diventare una attrice.

3) Miss AMen Festival Show Bibione 2017 'bronzo': Sara Bello, 24 anni, studentessa di Martignacco (Ud). Si definisce perfezionista, vorrebbe organizzare eventi culturali.

4) Miss AMen Festival Show Bibione 2017 'gioiello': Simona Carraro, 17 anni, studentessa di Casale sul Sile (Tv). Si definisce solare, vorrebbe fare la modella/stilista.

5) Miss Echos Line Festival Show Bibione 2017: Annalisa Muschietti, 16 anni, liceale di Selvazzano Dentro (Pd). Si definisce ambiziosa, vorrebbe diventare un chirurgo d'emergenza.

L'elenco completo delle 5 finaliste del 2017: due le vicentine Anastasia Savciuc e Valeria Zanier, la veneziana Diana Marc, la padovana Nicole Cogo e la bresciana Sara Simonetti.

L'organizzazione è curata da Mauro Casarin, talent scout che da sempre ha l'obiettivo di valorizzare le ragazze per future carriere nella moda e nello spettacolo.

Ha presentato Monica Morgan. Foto di Paolo Stramare. Prossima tappa giovedì 10 agosto a Jesolo. Info ed iscrizioni gratuite alla pagina Facebook 'AMen' o al 347.4809898.

L'industria alimentare diventa 4.0 grazie ai food blogger Aifb: l'esperimento di Confindustria Padova diventa cooking show

L’industria del cibo punta a millenials e influencer per allargare consumo di qualità e orizzonti di mercato. Parte da Padova nel segno del Talent, la svolta 4.0 del settore alimentare. Obiettivo esplorare le nuove frontiere della comunicazione e del marketing, promuovere la conoscenza e l’export delle specialità locali, allargare la platea di consumatori finali grazie alla potenza virale dei food blogger, vere icone social capaci di inchiodare ogni giorno ai fornelli milioni di utenti.

È l’idea che muove “Talent for Food”, il primo food contest italiano dedicato alle eccellenze della filiera agroalimentare, promosso dalla Sezione Alimentari di Confindustria Padova in collaborazione con Associazione Italiana Food Blogger (Aifb, 250 iscritti) e Dieffe Accademia delle Professioni.

 

Il “food contest” ideato da Confindustria Padova, il primo in Italia, ha connesso otto aziende padovane di produzione e trasformazione alimentare con i nuovi guru del gusto culinario, blogger esperti di cucina, fotografia e web marketing che sfidano ormai in notorietà gli chef stellati.

Il format lanciato sulla piattaforma Aifb ha catturato in poche settimane l’interesse di 30 food blogger italiani, dal Friuli alla Sicilia passando per l’Emilia e le Marche, ai quali una giuria qualificata ha chiesto di cimentarsi in ricette originali della tradizione culinaria regionale reinterpretate utilizzando gli ingredienti del paniere veneto. Dalle farine alla birra, all’olio dei Colli Euganei al prosciutto di Montagnana, le aziende padovane hanno messo a disposizione dei blogger enogastronomici una “mistery box” di specialità tipiche locali, da interpretare abbinandole ad altri ingredienti della corte veneta e “raccontare” con dovizia di foto.

Ne sono nati ben 40 nuovi piatti (stracotto toscano su crema di radicchio, stoccafisso alla trasteverina, gnocchetti di mais al coniglio, pollo ubriacone, tra gli altri) frutto della creativa contaminazione regionale, capaci di esaltare sapori doc e promuovere sui social il buon cibo di Padova e del Veneto. Le cinque ricette migliori, per esaltazione del paniere, presentazione e tecnica fotografica, si sfideranno a Padova il 29 settembre in una prova finale di cooking dal vivo, sotto lo sguardo attento (e il palato sensibile) di una giuria di chef internazionali.

 

«Vogliamo accompagnare l’industria alimentare nell’era digitale e delle nuove opportunità 4.0 - dichiara Giovanni Taliana, presidente della Sezione Alimentari di Confindustria Padova -. La comunicazione social sta cambiando il rapporto con i fornitori e i consumatori finali. Perciò è fondamentale aiutare le aziende a comprenderne i linguaggi e a presidiarli per valorizzare un patrimonio fatto di qualità, tradizione, tipicità legate ai territori, elevati standard di produzione e selezione di materie prime. Da Padova parte un messaggio di innovazione al servizio dell’intera filiera agroalimentare, tra i leader del made in Italy con un fatturato stimato in 134 miliardi di euro. Una filiera che negli anni della crisi ha saputo sperimentare strategie comuni, proporsi con più forza sui mercati internazionali con risultati brillanti e oggi con ulteriori prospettive di rilancio».

 

«Le nuove forme di comunicazione aprono opportunità enormi per il settore alimentare - dichiara Anna Maria Pellegrino, presidente dell’Associazione Italiana Food Blogger -. La collaborazione di Confindustria Padova con il mondo dei blogger è un’intuizione geniale che ha il merito di spingere le imprese medie e piccole ad interagire con i professionisti delle nuove piattaforme web, da Instagram a Facebook, promuovere i loro prodotti con approcci immediati ed emozionali. Il talent, già in questa prima fase, ha permesso ai food blogger di testare la bontà dei prodotti forniti e diventarne i primi testimonial. È il futuro del marketing e del marketing territoriale per raccontare storia, saperi, esperienze e prodotti».

 

TALENT FOR FOOD: IL CONTEST MADE IN PADOVA. Ricette postate sul web dai food blogger di tutta Italia sono le protagoniste del primo “Talent” italiano dedicato alle tipicità regionali, ideato e organizzato dalla Sezione Alimentari di Confindustria Padova con l’Associazione Italiana Food Blogger (Aifb) e Dieffe Accademia delle Professioni.

Due le prove del Talent. La prima sul web per i food blogger ammessi al contest, chiamati a descrivere e fotografare originali ricette della tradizione culinaria regionale reinterpretate con i prodotti tipici forniti da otto aziende alimentari di Confindustria Padova, abbinati ad almeno un ingrediente della corte veneta (pollo, coniglio, faraona) reperito nelle regioni di provenienza dei blogger. Le aziende padovane che hanno fornito le ‘mistery box’ sono: Agugiaro & Figna, Birrificio Antoniano, Bovis, Diemme Industria Caffè Torrefatti, Martelli Salumi, Molino Rossetto, Società agricola Tesa, Valbona. Le migliori ricette postate si sfideranno il 29 settembre a Padova in una prova di cooking dal vivo presso la sede di Dieffe Accademia delle Professioni (Noventa Padovana), davanti ad una giuria di chef internazionali.

Il comitato scientifico di “Talent for Food” è composto da Giovanni Taliana presidente Sezione Alimentari di Confindustria Padova, Anna Maria Pellegrino presidente Associazione Italiana Food Blogger, Claudio Crivellaro presidente Unione Cuochi del Veneto, Federico Pendin presidente Dieffe Accademia delle Professioni, Flavio Callegari Food&Beverage Manager Accademia delle Professioni, Rino Dal Pos Confindustria Padova.

 

INDUSTRIA DEL CIBO PUNTA MADE IN ITALY. VENETO TERZA REGIONE.L’industria agroalimentare è un settore strategico del made in Italy. La produzione è stimata quest’anno in 134 miliardi di euro, l’export in 31,6 miliardi. Il Veneto è la terza regione (dopo Lombardia, Emilia Romagna) con un fatturato stimato in 14,7 miliardi, export pari a 5 miliardi. Con 906 unità di produzione e trasformazione alimentare e oltre seimila addetti, Padova è la terza provincia del Veneto (dopo Treviso, Verona). Nel 2016 l’export food&beverage ha sfiorato i 507 milioni di euro, con una crescita del 15,5% rispetto al 2015 (Veneto +6,6%).

 

Lovivo tour experience porta yoga e relax alle terme: domenica 30 luglio appuntamento all'hotel Terme Orvieto di Abano

Per questa rovente estate Lovivo Tour Experience vi propone una valida alternativa al mare con una domenica di yoga e relax alle terme. Potrete dire addio alle lunghe code verso i lidi dell'alto adriatico e godervi la tranquillità nell'immenso parco dell'Hotel Terme Orvieto di Abano Terme tra una mattinata di yoga e un pomeriggio di benessere termale in piscina.

Programma:
– Dalle 09.00 lezione di Hatha e Ashtanga Yoga nell'ombreggiato parco delle piscine dell'Hotel Terme Orvieto.
– Dalle 10.30 il relax continua in piscina dove potrete trascorrere liberamente il resto della giornata fino alle ore 19.00.
– Dalle 16.30 alle 17.00 circa, una rilassante pratica di Pranayama, una tecnica di respirazione con la quale, guidati dal nostro maestro, giungeremo ad una maggiore consapevolezza del nostro corpo.

L'Hotel Terme Orvieto, hotel 4 stelle ad Abano Terme, sorge all'interno di un bellissimo parco e metterà a disposizione le proprie piscine interne ed esterne attrezzate con idromassaggi, percorso kneipp, percorso riflessogeno e cascate cervicali, per regalarvi autentici momenti di pace e relax.

Quando: domenica 30 Luglio 2017
Dove: Hotel Terme Orvieto 4* – Via G. Barbieri, 13, Abano Terme (PD).
Prezzo: 30,00 € a persona. La tariffa include la lezione di yoga nel parco e l'ingresso in piscina per l'intera giornata.

Istruttore di Yoga: Marco Cavallari
Biografia: Marco Cavallari, ferrarese, già da adolescente si avvicina al mondo delle arti marziali. In età adulta decide di iscriversi al Centro Accademico Bushidò presso il dôjô di Ferrara. Qui inizia una conoscenza pratica e filosofica legata allo Zen delle arti marziali tradizionali giapponesi che lo porteranno a studiare per decenni queste discipline. Ha praticato il suo percorso di studi come istruttore di Yoga presso il centro Bhaktivedanta di Ponsacco (Pisa) del Maestro Ferrini. In base a tutte queste conoscenze cerca di formare una disciplina che fonda queste arti in armonia fra loro.

Cosa devo portare a "Yoga, Natura e Arte"?
-Abbigliamento comodo,
-asciugamano,
-tappetino yoga,
-occorrente per la piscina (l'uso della cuffia è obbligatorio).

Partecipazione con prenotazione obbligatoria, costo 30,00 € a persona. I posti sono limitati.

Per informazioni e prenotazioni
LoVivo Tour Experience T. +39 049 29 69 340 M. +39 333 99 45 288 e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
https://www.lovivo.it/esperienze/family-relax/yoga-natura-arte-terme-orvieto/

Gianluca Di Marzio tiene a battesimo il nuovo calcio Cittadella, squadra che punta a bissare i play off ed a dimenticare gli spifferi dei baby africani

Un presentatore d'eccezione, il giornalista televisivo di Sky sport Gianluca Di Marzio ha intrattenuto la tifoseria del Cittadella calcio alla presentazione di sabato sera in piazza Pierobon della 44esima stagione dei granata, una delle società più giovani del calcio professionistico italiano. La squadra guidata anche quest'anno dal direttore sportivo Stefano Marchetti, molto abile anche lo scorso anno a costruire una squadra all'altezza dei vertici della serie cadetta. Il Cittadella infatti era partito fortissimo lo scorso anno concludendo comunque la propria avventura contro il Carpi. 
Un finale di stagione che rischia di essere reso amaro anche dalle recenti notizie che lambiscono la società fondata da Angelo Gabrielli e che vorrebbero un giocatore granata coinvolto in una strana storia di giocatori africani
Circostanze che certamente verranno chiarite dalla società, una delle più serie e solide del panorama italiano. Le quote che i bookmakers britannici stanno studiando sulla serie B, comprese le chance di vittoria del campionato cadetto da parte dei granata, saranno presto disponibili all'indirizzo https://casino.netbet.it/
Venendo alla presentazione della squadra, in 1500 hanno acclamato la squadra e l'allenatore Roberto Venturato, che è riuscito da subito ad entrare nel cuore dei tifosi della squadra dell'alta padovana. 
Per quanto riguarda gli impegni ufficiali, dopo due settimane di ritiro a Lavarone, gli undici agli ordini di mister Venturato sono attesi all’esordio ufficiale il 6 agosto allo stadio Tombolato. Il Cittadella affronterà la vincente della sfida tra Giana Erminio e Albinoleffe in programma domenica 30 aprile. Se la squadra di Venturato dovesse superare il turno, giocherà col Bologna al Dall’Ara. Nel ritiro di Lavarone i granata hanno disputato subito un’amichevole col Lovadina vinta 10-0. Proprio Kouame, al centro del filone cittadellese sui baby calciatori africani, è stato autore di tre goal contro i dilettanti locali, e forse anche il migliore in campo, mettendo lo zampino su altre due azioni da goal. Sarebbe proprio una brutta tegola per i padovani dell'alta se la situazione del giocatore di origini africane si complicasse con qualche genere di scandalo. "Siamo tranquilli, staremo a vedere" dicono i dirigenti del Cittadella ai cronisti sportivi.  "Il giocatore è tranquillo, qui con noi, sta svolgendo la preparazione. Ci siamo limitati a fornire i documenti richiestici ma non possiamo sapere nulla di una vicenda che non ci riguarda” taglia corto il direttore sportivo Stefano Marchetti, ormai una colonna dirigenziale importantissima per la società di proprietà della famiglia Gabrielli. "L’ivoriano Kouamè - ricorda Marchetti -, arrivato in prestito l’anno scorso dal Prato, è oggi totalmente un giocatore granata". Nubi a parte, quindi tutto tranquillo. Anzi un bel po' di ottimismo è arrivato da questi primi dieci goal. Arriveranno presto altre indicazioni più affidabili per mister Venturato dalle prossime gare amichevoli. 
 Mercoledì 26 luglio i granata, sempre a Lavarone alle 17, giocheranno contro il Real Vicenza, sabato 29 luglio alle 17 a Levico Terme altra uscita contro la formazione locale, mentre il giorno dopo, in occasione della tradizionale Festa del Tifoso di Lavarone, ecco il test contro il Mestre, neopromosso in serie C. L’ultima amichevole in altura sarà contro il Trento mercoledì 2 agosto alle 17 a Lavarone.
E' calcio d'estate, per quanto riguarda il rotondo risultato di Lavarone, si dirà giustamente, ma dieci goal sono sempre una ottima indicazione. Tra i più in forma appaiono sin da subito Litteri e Lora, coppia che ha il compito di far sognare i tifosi padovani, all'appuntamento con la storia dopo che in serie A sono arrivati Crotone e Spal, potrebbe forse essere ora anche della debuttante delle debuttanti. 

Calciomercato 2017: le indiscrezioni e le prime conferme ufficiali

L'annata calcistica 2016/17 si è ufficialmente conclusa qualche settimana fa, quando anche l'ultimo appuntamento segnato sul calendario degli amanti del grande calcio è giunto al termine. A chiudere degnamente la stagione sportiva quest'anno è stato il Campionato europeo di calcio Under 21, che ha visto le formazioni giovanili del Vecchio Continente sfidarsi in un torneo molto vivace. Anche se il cammino dei giovani Azzurri si è interrotto nel match delle semifinali contro il team spagnolo, gli Europei – infine conquistati dalla Germania – hanno rappresentato un banco di prova molto interessante per quelli che senza dubbio saranno i campioni di domani. Per gli appassionati, tuttavia, l'astinenza dal mondo del pallone è durata poco, perché il 3 luglio ha ufficialmente aperto i battenti il calciomercato estivo 2017. Così, anche quest'anno, i mesi di luglio e di agosto terranno impegnati i tifosi con il rincorrersi di notizie su accese trattative, combattuti rinnovi di contratto, inattesi addii e nuovi arrivi, pronti a cambiare le carte in tavola e a preparare le squadre al prossimo appuntamento con il campionato. Nonostante siano trascorsi solo pochi giorni dal fischio di partenza ufficiale, si conta già un buon numero di cambi di casacca confermati, soprattutto tra le blasonate fila della Juventus e del Milan. D'altra parte, le trattative per il trasferimento dei giocatori ormai si svolgono nel corso dell'intero anno e, spesso, durante la sessione estiva ed invernale del calciomercato vengono solo ratificati accordi stretti già nei mesi passati. Ciononostante, c'è da scommetterci, le prossime settimane riserveranno non poche sorprese e colpi di scena, anche se forse non importanti come il trasferimento di Gonzalo Higuain dal Napoli alla Juventus dello scorso anno, che oltre a suscitare le vive proteste della tifoseria azzurra, segnò un record con i 90 milioni di euro versati dalla dirigenza bianconera per onorare la clausola di recessione dal contratto del giocatore. Le negoziazioni tra i grandi club italiani ed europei per il trasferimento dei calciatori più ambiti proseguono a ritmo serrato, alimentando i sogni dei tifosi che sperano di vedere la loro squadra del cuore scendere in campo con una formazione imbattibile e riempendo le pagine della stampa tradizionale e di quella online con le tante voci che nascono attorno ai passaggi più importanti, nonché con le polemiche che come sempre fioriscono tra tifoserie, giocatori, coordinatori sportivi e dirigenze. La febbre del calciomercato sul web è così alta che alcuni bookmaker hanno ideato sistemi di gioco per permettere agli appassionati di puntare sull'esito delle trattative più calde. Sul portale dedicato al betting online di Snai, il noto operatore che offre scommesse calcistiche online, è presente una sezione dedicata proprio al calciomercato, dove si possono realizzare giocate tentando di prevedere la maglia che campioni del calibro di Leonardo Bonucci, Marco Verratti e Cristiano Ronaldo vestiranno a settembre, oppure scommettere sul fatto che giocatori in bilico come Domenico Berardi, legatissimo al Sassuolo ma pronto a nuove esperienze, cambino squadra o meno. Ovviamente, vista la velocità con cui le trattative si evolvono, le quote proposte dai bookmaker vengono modificate di continuo, tenendo conto dei movimenti del calciomercato italiano ed estero. Le big della Serie A avranno tempo fino alle ore 23 del 31 agosto per depositare i contratti dei nuovi ingaggi. Come ogni anno, le contrattazioni più accese proseguiranno fino agli ultimi giorni, in molti casi con l'obiettivo di riuscire a strappare condizioni più vantaggiose per i nuovi acquisti. Di certo, Juventus, Fiorentina e Roma saranno particolarmente attente al rispetto dei termini stabili dalla FIGC, dal momento che le tre squadre, lo scorso anno, videro saltare all'ultimo gli accordi per il trasferimento, rispettivamente, di Alex Witsel, Stevan Jovetic e Jack Wilshere, acquisti sfumati semplicemente a causa del ritardo nella presentazione dei documenti. Tra le squadre che fino a questo momento hanno dominato la sessione estiva del calciomercato spicca senza dubbio il Milan. La storico club meneghino, quest'anno, ha vissuto una svolta epocale, con il passaggio di proprietà della società nelle mani della cordata cinese guidata da Yonghongh Li. Il Milan ha così seguito le orme dell'altro grande club della città, l'Inter, anch'esso attualmente guidato da una dirigenza cinese. I nuovi vertici societari, forti di una notevole capacità di investimento, hanno dato vita ad una importante campagna acquisti, portando molti nuovi nella fila dei rossoneri. Vincenzo Montella, confermato nel ruolo di CT con il rinnovo del suo contratto per altri due anni già al termine dello scorso campionato, potrà contare sul talento di molti nuovi elementi. Tra i primi cambi di casacca, spiccano quelli di Franck Kessié, il forte centrocampista di origini ivoriane acquistato dalla Sampdoria, Ricardo Rodriguez, terzino svizzero ex del Wolfsburg, Mateo Musacchio, abile difensore proveniente dal Villareal, e André Silva, il giovanissimo attaccante portoghese definito “un grande giocatore” da Cristiano Ronaldo. Ultimato anche il passaggio di Andrea Conti dall'Atalanta, ceduto per 24 milioni di euro più il trasferimento del giovane Matteo Pessina. Tra gli acquisti ormai quasi certi, c'è quello del laziale Lucas Biglia, che nonostante la mancanza di un accordo ufficiale avrebbe già dissertato le visite mediche con il club biancoceleste. Viceversa, sembrano ormai poco probabili i trasferimenti di Grzegorz Krychowiak dal Psg e di Nikola Kalinic dalla Fiorentina. Infine, impossibile non citare il caso Donnarumma: il giovane portiere, una delle migliori promesse del calcio tricolore, ad inizio giugno aveva fatto tremare la dirigenza rossonera rifiutando il rinnovo del contratto e dichiarandosi interessato alle offerte di alcuni grandi club europei. Solo pochi giorni fa, al termine di lunghe trattative che hanno visto l'ingaggio del giocatore raggiungere la cifra stellare di 6 milioni di euro all'anno, “Gigio” Donnarumma ha infine firmato il nuovo contratto con il Milan. Primi colpi messi a segno anche per la Juventus. La squadra bianconera, che anche per la prossima stagione sarà guidata da Massiliano Allegri, è in cerca di nuovi elementi per arricchire la rosa, sia con l'obiettivo di rinforzare i reparti che nel corso della stagione si sono dimostrati carenti, che con quello di riaccendere la competizione anche all'interno dello spogliatoio ed evitare che i giocatori si adagino sui risultati sinora ottenuti. La Juve, in effetti, ha vissuto ancora una volta una stagione da vera protagonista del calcio nazionale, aggiudicandosi sia la vittoria dello Scudetto, il sesto in sei anni, che della Coppa Italia. La finale di Champions League giocata contro il Real Madrid, tuttavia, ha evidenziato con forza quel gap ancora esistente tra la Vecchia Signora e le big d'Europa, mostrando chiaramente la necessità di rinforzare la squadra e di aumentarne la competitività sul piano internazionale. Il primo acquisto della sessione estiva del calciomercato per la Juventus è stato quello dell'attaccante Patrik Schick, mentre sarebbe questioni di giorni la conferma dell'arrivo del portiere dall'Arsenal Wojciech Szczęsny. Dopo settimane di trattative, potrebbe essere vicino all'annuncio ufficiale anche l'accordo con il Bayern Monaco per il passaggio dell'ala Douglas Costa, tra i potenziali sostituti di Dani Alves.

Caccia al tesoro in Vespa a Villa dei Vescovi: appuntamento sabato 22 luglio a Luvigliano di Torreglia

Sabato 22 luglio, dalle ore 14.30 alle ore 18.30 si svolgerà una caccia al tesoro non convenzionale, con un percorso ad anello che partirà ed arriverà a Villa dei Vescovi a Luvigliano di Torreglia, bene FAI.
Lo scopo della caccia al tesoro, che si snoderà lungo parte dei Colli Euganei, è di valorizzare le strade, i percorsi, i paesaggi e la storia del territorio, possibilmente in sella ad una Vespa. Infatti, l'evento è stato organizzato congiuntamente dal FAI - Delegazione di Padova, dal Vespa Club Roncajette e dal Vespa Club Vespe Padane.

L'architetto Giulio Muratori, capo delegazione del FAI della Provincia di Padova dichiara "Credo che sarà un'esperienza unica, per conoscere un territorio in cui la storia ci ha lasciato delle tracce di importanza culturale straordinaria ed un paesaggio quasi intatto, che sa creare delle emozioni straordinarie. Dobbiamo comprendere che è altrettanto importante salvare il contesto in cui sono inseriti i nostri beni culturali, perché saranno sempre di più una risorsa economica importante per il futuro del nostro paese."

L'idea di partenza è semplice, spiega Giovanni Cagnoni, uno degli organizzatori: "la doppia iscrizione al FAI ed al Vespa Club Roncajette mi fa considerare queste realtà come due tra gli aspetti identitari ed unici, anche all'estero, dell'Italia, e che la formula della caccia al tesoro basata sulle lentezza possa essere un buon modo di suscitare curiosità ed attenzione nei confronti di un territorio."
Il percorso avrà inizio dal Portale Est di Villa dei Vescovi e toccherà le principali città che fin dal Medioevo hanno caratterizzato il territorio dei Colli Euganei, attraverso le strade che da sempre le hanno collegate.
Il percorso, che può essere effettuato a scelta in una delle due direzioni, è il seguente: Villa dei Vescovi - Torreglia - Roccolo - passo Roverello - piano del Mottolone - Arquà Petrarca – Monselice - Baone - Este - Calaone – Valle San Giorgio – Fontanafredda – Faedo – Cà Lustra – Galzignano – Castelletto di Torreglia – Villa dei Vescovi.
Il percorso è stato elaborato assieme all'insegnamento di Archeologia Medievale dell'Università di Padova, anche grazie all'applicazione dedicata: appasseggio sui colli euganei.

Racconta la professoressa Alexandra Chavarria, docente di Archeologia Mediavale presso l'Università di Padova: "AppaseggiosuiColliEuganei, prodotto di un progetto di ricerca europeo sulla conoscenza dei paesaggi agricoli antichi, vuole avvicinare la storia di questo territorio ai suoi abitanti grazie a un itinerario che combina dati storici, descrizioni di monumenti e informazioni relative al patrimonio intangibile della zona. Una caccia al tesoro in Vespa che riproduce questa viabilità è una realizzazione fantastica per la app!"

Potranno partecipare alla caccia al tesoro anche altri tipi di scooter o moto, ma chi la farà in Vespa avrà già un bonus in partenza, che aumenterà in proporzione all'età della Vespa.

Lungo le 8 tappe del percorso si si dovranno sciogliere alcuni enigmi e si dovrà rispondere ad alcune semplici domande, basate sulle Targhe del "Parco Letterario Francesco Petrarca e dei Colli Euganei", sulle risorse storiche, ambientali ed enogastronomiche dei Colli.
Dovranno poi essere presentate almeno 3 foto di strade, paesaggi ed elementi naturali incontrati durante il tragitto e che hanno emozionato per la loro bellezza; non viene premiata la tecnica fotografica, ma il cuore e l'energia che riescono a comunicare.
Entro le 18.30 è previsto il rientro dei partecipanti, che parcheggeranno i loro mezzi presso il Portale Est, all'interno di Villa dei Vescovi.
Dalle 18.45, presso la terrazza Nord verrà servito un aperitivo – buffet con prodotti del territorio.
Dalle 19.30 i ciceroni accompagneranno i partecipanti alla visita di Villa dei Vescovi, che verranno sicuramente coinvolti in un'esperienza unica e di grande suggestione.
Dalle 20.15 verranno fatte le proclamazioni dei vincitori e le relative premiazioni. A tutti i partecipanti verrà fatto un dono in ricordo della manifestazione, i vincitori potranno competersi 4 cene omaggio all'antica Trattoria da Ballotta, 4 ingressi con consumazione a Villa Barbieri,5 confezioni da 3 bottiglie di Cà Lustra, i salumi della Macelleria Beghin di Bresseo, alcune prestigiose pubblicazioni relative ai beni FAI.
Per la partecipazione alla caccia al tesoro viene richiesto un contributo volontario a partire da 25 €.

Per prenotarsi o per ricevere maggiori informazioni contattare:
- Roberto, Vespa Club Roncajette, 347 9798842 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
- Gianluca, Vespa Club Vespe Padane, 345 4665458 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.